Oggi vi presentiamo i Bucatini all’Amatriciana, una ricetta tipica della tradizione italiana, attribuita erroneamente alla città di Roma, ma che invece è di origine abruzzese, infatti il paese di Amatrice fino ai primi del ‘900 faceva parte dell’Abruzzo Ulteriore. Una ricetta semplice, preparata dai pastori abruzzesi che nei lunghi periodi di transumanza, portavano con sé alimenti di facile conservazione come il lardo o per i più fortunati del guanciale, pasta e formaggio o ricotta stagionata di pecora.

Ingredienti per 4 persone:
400 g di Bucatini Rustichella d’Abruzzo
200 g di Guanciale
100 g di Pecorino Abruzzese
250 g di Pomodoro Pera d’Abruzzo a pezzi della linea PrimoGrano
200 g di Passata Pera d’Abruzzo a pezzi della linea PrimoGrano
Olio Extra Vergine di Oliva Rustichella d’Abruzzo
q.b. Vino Bianco
Peperoncino Rosso (dolce o piccante)
Un pezzetto di cipolla

Preparazione:
Prendete dell’olio extra vergine di oliva e coprite il fondo di una padella. Aggiungete un pezzetto di cipolla (servirà solo per lasciare un leggero sentore, dato che la ricetta originale non la prevede) e lasciate soffriggere a fuoco dolce. Nel frattempo aggiungete il guanciale tagliato a listarelle grossolane (a ricordare la tradizione agro pastorale abruzzese, dove i pastori non badavano troppo al garbo e alla cura…) e del peperoncino rosso e lasciare soffriggere per qualche minuto. Il guanciale in questa ricetta dovrà risultare morbido, abbastanza umido. Dopo cinque minuti sfumate leggermente con del vino bianco e aggiungete il pomodoro a pezzetti e lasciate cuocere. Quando il condimento si sarà un po’ ristretto aggiungete la vostra passata di pomodoro a Pera d’Abruzzo e completata la cottura aggiungete una manciata di pecorino al sugo, così da renderlo ancora più saporito. Scolate al dente i vostri Bucatini Rustichella d’Abruzzo e risaltateli in padella per far assorbire il vostro condimento. Impiattate, spolverate con abbondante pecorino e servite. Buon appetito!